RILASCIO DELLA  CARTA DI IDENTITA' ELETTRONICA (CIE)

Il Comune di Fragagnano è a pieno regime l’attività di emissione della nuova a Carta d’ Identità Elettronica (CIE), unico strumento sicuro e completo che vale come documento d’identità e di espatrio in tutti i Paesi dell’Unione Europea e in quelli che hanno particolari intese con il nostro Paese; l’elenco aggiornato dei Paesi che permettono l’espatrio con la sola carta di identità è reperibile sul sito del Ministero dell’Interno.

► Chi può richiedere la CIE: La nuova carta d’identità elettronica viene rilasciata ai cittadini residenti o dimoranti in questo Comune, i cui dati risultino allineati con l’indice nazionale delle anagrafi, nei seguenti casi:

- Prima richiesta di carta d’identità;

- Documento d’identità precedente rubato o smarrito;

- Documento d’identità precedente scaduto (o nei 180 giorni precedenti la scadenza)

I cittadini italiani residenti residenti all’estero ed iscritti all’A.I.R.E. potranno, invece, richiedere la CIE all’autorità consolare competente. Non è necessario rinnovare la carta di identità in occasione di cambi di indirizzo e di residenza.

► Validità: La validità della carta d’identità elettronica varia a seconda dell’età del titolare e si estende, rispetto alle scadenze sotto indicate, fino al giorno e mese di nascita del titolare immediatamente successiva alla scadenza:

• Tre anni se rilasciata a minori di anni tre;

• Cinque anni se rilasciata ai minori di età compresa fra i tre e i diciotto anni;

• 10 anni per i maggiori di età. Le carte di identità in formato cartaceo ed elettronico rilasciate fino all’emissione della CIE mantengono la propria validità fino alla scadenza.

► Come richiedere la CIE: Il cittadino deve presentare:

1. La precedente carta di identità o, in mancanza, un valido documento di riconoscimento o la presenza di 2 testimoni maggiorenni che dichiarino di conoscere l’interessato e che non siano parenti o affini dello stesso. I testimoni non sono necessari quando la carta smarrita o rubata sia stata rilasciata da questo Comune negli ultimi 10 anni.

2. Una fotografia recente dello stesso tipo di quelle usate per il passaporto (preferibilmente senza occhiali; lo sfondo della foto deve essere bianco), in formato cartaceo o elettronico su un supporto USB;

3. E’ consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale/tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione;

4. In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento per la consegna all’operatore comunale;

5. La presenza dei minori che abbiano compiuto i 12 anni d’età per l’acquisizione delle impronte.

► Documento valido per l’espatrio - Ulteriore documentazione

Per i maggiorenni con figli minori:

- se coniugato e unico esercente la responsabilità genitoriale, nessuna ulteriore formalità;

- se coniugato, separato, divorziato o genitore naturale è necessario l’assenso di entrambi i genitori.

Per i minorenni

Firma di assenso sulla domanda di entrambi i genitori (anche nei casi di separazione previsti dal vigente codice civile) per la validità all’espatrio e dichiarazione di assenza di motivi ostativi all’espatrio del minore. Tale assenso potrà essere sottoscritto dai genitori in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritto e presentato unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità dei genitori e potrà essere inviato anche in via telematica. In mancanza occorre l’autorizzazione del Giudice Tutelare.

L’identificazione del minore avviene mediante i genitori o tramite altro documento di riconoscimento.

L’Ufficiale d’anagrafe o suo delegato al termine dell’operazione rilascerà, al cittadino, la ricevuta della richiesta della CIE

► Ritiro/consegna del documento : La consegna della CIE avverrà entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta, tramite posta all’indirizzo indicato dal cittadino all’atto della richiesta oppure ritirata presso il Comune.

Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune), purchè le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta.

► Monitoraggio della spedizione : Il servizio di monitoraggio è disponibile su www.agendacie.interno.gov.it

Dopo la registrazione al sito è possibile monitorare lo stato di lavorazione della carta di identità elettronica selezionando il pulsante “cerca carta” inserendo il codice fiscale ed il numero della CIE.

► Costo per il rilascio del documentoo scaduto o in scadenza (inferiore a 180gg) : Euro 22,21

► Costo per il rilascio del documento  duplicato per smarrimento o deterioramento:  Euro 27,37

Altre informazioni

- Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza a ordini di clausura, ecc.) un suo delegato (ad esempio, un familiare) potrà recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta d’identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

- In caso di smarrimento della CIE, il cittadino è tenuto a sporgere regolare denuncia presso le forze dell’ordine; successivamente, contattando il servizio di supporto del Ministero dell’Interno, potrà richiedere l’interdizione del suo documento.

- Ogni altra informazione può essere richiesta all'Ufficio Anagrafe -Stato Civile durante l’orario di servizio.

 

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

I requisiti fondamentali per ottenere la residenza sono:

  • dimora abituale, ovvero la effettiva presenza del soggetto all’indirizzo dichiarato;
  • la volontà di permanere nel territorio per un periodo sufficientemente prolungato nel tempo.

La dichiarazione va effettuata compilando il modulo predisposto dal Ministero dell’Interno modulo_cambio_di_residenza e

presentata all’Ufficio Anagrafe Comunale avendo cura di allegare la copia del documento d’identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.

E' necessario allegare copia delle patenti e dei veicoli posseduti da tutte le persone che intendono trasferire la residenza.

Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

Il cittadino di Stato non appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’Allegato A.
Il cittadino di Stato appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’Allegato B.

Iter e conclusione del procedimento
A seguito della dichiarazione resa, l’Ufficio Anagrafe procede immediatamente, e comunque entro i due giorni lavorativi successivi, a registrare le conseguenti variazioni, con decorrenza dalla data di presentazione della dichiarazione. Provvede quindi ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti tramite sopralluoghi presso l’abitazione da parte degli Agenti di Polizia Municipale. Possono inoltre essere acquisite informazioni utili presso enti ed amministrazioni pubbliche e private. Nel caso in cui venga accertata la mancanza del requisito della dimora abituale, viene data comunicazione all’interessato, che può presentare ricorso al Prefetto competente per territorio.
Trascorsi 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata senza che sia stata effettuata la comunicazione dei requisiti mancanti, l’iscrizione (o la registrazione) si intende confermata.
Dal momento della registrazione (entro i 2 giorni lavorativi successivi), si possono ottenere certificati di residenza e stato di famiglia; solo dopo la cancellazione dal comune di precedente iscrizione anagrafica, in caso di iscrizione per “immigrazione”, si possono ottenere tutti gli altri certificati anagrafici.

Conseguenze in caso di dichiarazioni mendaci
In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero è prevista la decadenza dei benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace con segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti effettuati.

Procedimenti correlati

  • Il cambio di residenza non implica aggiornamenti e variazioni sulla carta di identità che rimane valida, fino alla scadenza.
  • Successivamente al cambio di residenza il soggetto interessato riceverà dall’ufficio elettorale del comune la tessera elettorale.
  • Gli stranieri extracomunitari iscritti in Anagrafe hanno l’obbligo di rinnovare all’Ufficiale d’Anagrafe la dichiarazione di dimora abituale nel comune entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno, corredata dal permesso medesimo.
    Qualora non ottemperino all’obbligo suddetto entro sei mesi dalla scadenza del permesso di soggiorno, previo avviso a provvedere nei successivi 30 giorni, saranno cancellati dall’Anagrafe della popolazione residente.
  • Contestualmente alla dichiarazione di residenza bisogna inviare all'Ufficio Tributi la dichiarazione ai fini della denuncia TARSU.


Trasferimento di residenza all’estero
Il cittadino italiano che intende trasferire la residenza all’estero per un periodo superiore a dodici mesi può dichiarare il trasferimento di residenza all’estero direttamente al Consolato, oppure, prima di espatriare, può rendere tale dichiarazione al Comune italiano di residenza, utilizzando l’apposito modello. In tal caso, il cittadino ha l’obbligo di recarsi comunque entro 90 giorni dall’arrivo all’estero al Consolato di competenza per rendere la dichiarazione di espatrio. Il Consolato invierà al Comune di provenienza il modello ministeriale per la richiesta di iscrizione all’Aire (anagrafe degli italiani residenti all’estero). La cancellazione dal registro della popolazione residente (Apr) e l’iscrizione all’Aire, in tal caso, decorrono dalla data in cui l’interessato ha reso la dichiarazione di espatrio al Comune e saranno effettuate entro due giorni dal ricevimento del modello consolare.

Se entro un anno il Comune non riceve dal Consolato la richiesta di iscrizione all’Aire, sarà avviato il procedimento di cancellazione del richiedente per irreperibilità.
Se invece la richiesta di iscrizione all’Aire viene presentata direttamente al Consolato, questa comporta l’automatica cancellazione dal registro della popolazione residente. La cancellazione dall’Apr e l’iscrizione all’Aire sono effettuate dal Comune entro due giorni dal ricevimento del modello consolare e con decorrenza dalla data del ricevimento del modello stesso.

Riferimenti normativi
– Articolo 5 della Legge 4 aprile 2012, n. 35 (Nuove disposizioni in materia anagrafica)
– DPR 445/2000  (Modalità di invio e sottoscrizione delle istanze)

Ricezione e deposito delle disposizioni anticipate di trattamento (Dat)

Cos’è la Dat

Le dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT) sono l’espressione delle proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e singoli trattamenti sanitari. Presso il Comune é possibile depositare le DAT sotto forma di scrittura semplice.

Chi può depositare la Dat

Qualunque persona che sia maggiorenne capace di intendere e di volere residente nel Comune di Fragagnano.

Come

  • La persona interessata a depositare la propria DAT deve fissare un appuntamento telefonicamente, contattando il numero 099.6418786.
  • Il giorno dell’appuntamento occorre presentarsi personalmente, accompagnati dalla persona nominata quale “Fiduciario”, entrambi muniti del proprio documento di identità in originale e in corso di validità.
  • Prima di consegnare la propria DAT il dichiarante dovrà averne già redatto e sottoscritto almeno 3 copie: una per il deposito presso l’ufficio, una per sé e una per il fiduciario.
  • Il dichiarante, di fronte al funzionario del Comune, consegna la propria DAT ottenendo formale ricevuta dell’avvenuto deposito.
  • La DAT potrà essere consegnata in busta chiusa o meno.
  • Se si intende consegnare una busta chiusa, questa dovrà contenere la Dichiarazione Anticipata di Trattamento firmata in originale e in modo autografo dal dichiarante e dal fiduciario (se individuato) e una copia fotostatica dei documenti di identità di entrambi.
  • Le DAT consegnate vengono numerate e lo stesso numero viene annotato sul Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento e registrato in modalità elettronica dall’ufficio di Stato Civile